Amarcord: i DX a valvole...

Nel 1968 nasceva presso la Sezione ARI di Trieste un dei prestigiosi gruppi DX italiani “TRIESTE DX RADIO CLUB” inizialmente era composto dai radioamatori I1SCF, I1RC, I1BNU, I1BMW, I1SDC, I1HL, I1STN, I1URT e altri due SWL. Doveroso ricordare qui due famosi triestini: Luciano“Luk” Hinze, I1HL, fondatore del “Trieste DX Radio Club” e titolare del più bel negozio di apparecchi radio della Regione, in Piazza della Borsa. E poi Giovanni Camauli, I1RC: era un piacere sentire “John” in radio come MC in qualche net. Dotato di una eccezionale predisposizione per le lingue (dall’inglese, al tedesco al serbo-croato), parlava bene anche il friulano. Il gruppo si dedicava principalmente alla ricerca dei DX, da ricordare in quei anni non si era supportati dal “Cluster” e quindi per trovare la stazione DX non erano altre soluzioni che andare a “caccia”, quindi girare continuamente per le bande alla ricerca della “preda”. Nella foto qui a fianco alcuni componenti del “Trieste DX Radio Club”. Da sinistra (seduti): SWL-I1, I1SCF, I1RC, I1BNU e I1BMV. In piedi da sinistra: I1SDC, I1HL, ???, I1STN, I1URT, SWL-I1 (clicca sopra per lo zoom)
Alcuni componenti del DX club
Clicca sopra una qsl per lo zoom e avviare lo slideshow, l’immagine centrale il logo del club in stoffa ricamato in filo color argento. Parte del materiale su concessione di Roberto I1STN, oggi IV3STN nostro socio e da molti lustri istruttore/preparatore agli esami alle nuove leve radiantistiche della provincia di Trieste.
A.R.I. TRIESTE 
Nel 1968 nasceva presso la Sezione ARI di Trieste un dei prestigiosi gruppi DX italiani “TRIESTE DX RADIO CLUB” inizialmente era composto dai radioamatori I1SCF, I1RC, I1BNU, I1BMW, I1SDC, I1HL, I1STN, I1URT e altri due SWL. Doveroso ricordare qui due famosi triestini: Luciano“Luk” Hinze, I1HL, fondatore del “Trieste DX Radio Club” e titolare del più bel negozio di apparecchi radio della Regione, in Piazza della Borsa. E poi Giovanni Camauli, I1RC: era un piacere sentire “John” in radio come MC in qualche net. Dotato di una eccezionale predisposizione per le lingue (dall’inglese, al tedesco al serbo- croato), parlava bene anche il friulano. Il gruppo si dedicava principalmente alla ricerca dei DX, da ricordare in quei anni non si era supportati dal “Cluster” e quindi per trovare la stazione DX non erano altre soluzioni che andare a “caccia”, quindi girare continuamente per le bande alla ricerca della “preda”. Nella foto qui sopra alcuni componenti del “Trieste DX Radio Club”. Da sinistra (seduti): SWL-I1, I1SCF, I1RC, I1BNU e I1BMV. In piedi da sinistra: I1SDC, I1HL, ???, I1STN, I1URT, SWL-I1 (clicca sopra per lo zoom)

Amarcord: i DX a valvole...

A.R.I. TRIESTE  Alcuni componenti del DX club
Clicca sopra una qsl per lo zoom e avviare lo slideshow, l’immagine centrale il logo del club in stoffa ricamato in filo color argento. Parte del materiale su concessione di Roberto I1STN, oggi IV3STN nostro socio e da molti lustri istruttore/preparatore agli esami alle nuove leve radiantistiche della provincia di Trieste.